SCARICA LE NOSTRE APP

iphone-android iphone-android Disponibile su Apple Store per iPhone e iPad e su Google Play per dispositivi Android.
Naviga sul nostro territorio con le funzioni avanzate di geo-localizzazione

Piste ciclabili

IT 05: La campagna e le frazioni di Desenzano

  • Lunghezza (Km):
  • 21,5
  • Difficolt√†:
  • Fondo:
  • strada asfaltata e tratti di sterrato
  • GPX
  • Download
  • PDF
  • Download

photogalleryPHOTOGALLERY

Partenza/arrivo: Stazione Ferroviaria di Desenzano del Garda Desenzano oltre il lago: questo l’intento dell’itinerario che ci fa conoscere alcune suggestive frazioni rurali dell’entroterra. Il percorso, che si snoda tra le dolci morene gardesane, non presenta difficoltà ed è adatto a tutti i ciclisti, anche alle famiglie con bambini e ragazzi.
La prima parte del percorso è comune all’itinerario 4. Dalla stazione di Desenzano scendiamo per via Cavour e svoltiamo a sinistra per via Irta. Oltrepassato lo storico viadotto ferroviario, ci dirigiamo in direzione San Pietro, lungo via Grezze, fino a incontrare, sulla nostra destra, via degli Oleandri, al termine della quale giriamo ancora a sinistra, per superare di slancio la strada statale e la vicina autostrada, in direzione di località Pirlette.
Qui arrivati, dobbiamo svoltare a sinistra, percorrendo la strada – anche questa sterrata – che attraversa la piana del Lavagnone, fino a giungere alla frazione San Pietro. All’inizio dell’abitato svoltiamo a sinistra e raggiungiamo la località Calvata e da qui arriviamo a Montonale Basso e, successivamente, a Montonale Alto. Lasciata alle nostre spalle il piccolo borgo, procediamo diritti, oltrepassiamo la cascina Selva Aporti, fino all’incrocio con la  strada asfaltata nelle immediate vicinanze della Torre monumentale. Qui giriamo a sinistra e procediamo verso nord, oltrepassiamo l’autostrada e procediamo verso il secondo cavalcavia sulla strada statale, per costeggiare poi la linea ferroviaria Milano-Venezia, fino ad incontrare via Pigna. A questo punto, girando a destra, oltrepassiamo la ferrovia mediante uno stretto sottopasso e percorriamo un tratto di via Venezia, per poi girare a sinistra in via Innocenta. Imbocchiamo in direzione sud via Prato Maggiore per oltrepassare nuovamente la linea ferroviaria, andando verso sud. Costeggiamo il locale cimitero, dove si trova l’interessante chiesa di San Zeno e continuiamo la nostra pedalata seguendo le indicazioni dell’itinerario ciclabile provinciale per ritrovarci al di sotto del grande viadotto e ormai prossimi alla Stazione ferroviaria da cui siamo partiti.

 

Da vedere: