SCARICA LE NOSTRE APP

iphone-android iphone-android Disponibile su Apple Store per iPhone e iPad e su Google Play per dispositivi Android.
Naviga sul nostro territorio con le funzioni avanzate di geo-localizzazione

Home - Il bello - Le chiese - Chiese romaniche

Chiesa di San Pietro in Mavino

  • Indirizzo:
  • Via San Pietro in Mavino
  • Localit√†:
  • Sirmione - Bs
  • Orari:
  • Chiusa per restauro.

  • GPS:
  • 45.498108 10.604713

photogalleryMEDIAGALLERY

La chiesa di San Pietro in Mavinas (dal latino “in summas vineas”, tra le vigne più alte) è molto antica: lo stile e le modalità costruttive, a cominciare dall’assenza di decorazioni esterne, attestano l’origine longobarda dell’edificio, che viene ricordato per la prima volta in un documento del 765. Le irregolarità della pianta e la mescolanza di materiali delle murature ne rendono complessa una più precisa datazione, tanto che, erroneamente, in passato era stato considerato come derivante dalla trasformazione di un tempio pagano. L'interno, che ci appare di una semplicità austera, conserva un interessante ciclo pittorico datato al 1321, come attesta un cartiglio collocato alle spalle di uno dei personaggi che vi sono rappresentati. Gli affreschi denotano caratteristiche fortemente arcaiche, di impianto quasi ancora bizantino, che si esplicita nelle pose frontali, nei gesti rigidi, e nella fissità dei volti dei vari personaggi. Nella parte superiore dell'abside centrale, racchiuso da una cornice a forma di mandorla, troneggia il Cristo del Giudizio universale (Cristo Pantocratore), disposto frontalmente e avvolto in sontuosi abiti. Ai suoi fianchi vediamo la Vergine e il Battista, e due angeli che suonano lunghi flauti.  Nel registro inferiore restano alcune delle figure degli apostoli, che un tempo qui erano tutti rappresentati. Anche la decorazione dell'abside di destra è divisa in due registri. Al centro di quella inferiore, è posto San Michele, affiancato dalla Maddalena e da Sant'Iacopo di Compostela; nel riquadro superiore possiamo notare la Crocifissione. Nell'abside di sinistra è raffigurata la Madonna in trono, con San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista. Lungo la parete settentrionale è ancora leggibile, anche se mutila, una teoria di santi e vescovi, mentre sul lato opposto, delimitati da cornice policroma, si susseguono riquadri con santi di non sempre chiara identificazione e una Madonna in trono.